La casalinga di Cervesina

La signora Maria Rossi, quarantacinque anni, casalinga, di Cervesina (giusto accanto a Voghera) sentì un brivido di paura (vogliamo dire di terrore? Diciamolo,va), quando la televisione emise quelle poche, ferali parole.

“Si teme un salto di qualità del movimento NoTav” diceva, con voce solida, Enrico Mentana, per lei latore della Verità quanto solo il Vangelo che usciva dalle belle, carnose labbra di don Eugene, il nuovo parroco venuto dalla Mauritania.

Ohibò, pensò, cosa potranno fare ancora, questi lazarùn che picchiano la polizia e ci lanciano le bombe molotov coi mortai artigianali e, sicuro come il sole, si drogano (che sennò, che motivo avevano di avercela con una ferrovia)? Sta a vedere che adesso (gliel’aveva detto proprio il signor Mentana, che ‘sti giovinastri  disgraziati era quello che facevano) si mettono su Tuìtter per sparlare di tutte le brave persone come me.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s