Il virus

Tradizionalmente, si dice che in principio fu la Apple (cioè Steve Jobs, chiaramente), quando disse: “Ehi, Ridley, lavoreresti per noi?”, e lui se ne uscì con questa cosa qui:

Ma, credo, il “non ti sto vendendo un prodotto, ma una visione della vita/un altro tipo di vita/la libertà” (addirittura) venga da più lontano. Tipo da quando un uomo, pagato da non ricordo quale azienda produttrice di sigarette, inscenò una finta manifestazione femminista facendo impugnare alle donne “fiaccole di libertà” (sì, le sigarette di quella particolare azienda). Accadeva negli anni ’20, e da quell’epoca si sono fatti pochi passi avanti, per quel che riguarda il femminismo. Moltissimi, invece, per quel che riguarda la vendita dei prodotti con queste modalità.

Il processo, ormai, è talmente pervasivo che non ce ne rendiamo neppure più conto. Le notizie dei telegiornali vengono spacciate in questo modo, confezionate per benino per attirare degli sponsor che le acquistano, e poi rimontate in modo che gli spettatori più sensibili non si sentano offesi. Ed a noi pare del tutto normale.

Ieri ne abbiamo avuto la prova: certo, era l’otto marzo e tutto un profluvio di “E le donne sono pagate meno degli uomini, e ci sono meno imprenditrici donna, e le donne fanno più fatica a trovare lavoro”. Ma, appunto, perché era l’otto marzo. Altrimenti, per il resto, tutto il discorso sulla “questione femminile” (quando non sui culi dei ministri o, al limite, sulle quote rosa in Parlamento) verte su quel fenomeno definito, con orrendo termine, femminicidio.

Sì, non mi piace quel termine. Ed ancora di più non mi piace quello che rappresenta. Non quello che vorrebbe rappresentare, ma ciò che rappresenta.

Che si uccida una donna mi fa schifo. Anzi, correggiamo: che si alzino le mani su una donna mi fa schifo. Anzi, correggiamo ancora: che si faccia violenza e discriminazione di qualsiasi tipo su una donna mi fa schifo. Anzi, andiamo ancora più nel generale: che si faccia violenza e discriminazione di qualsiasi tipo su qualunque essere umano mi fa schifo. Ciò che non mi piace è ciò che si da ad intendere ogni volta che si usa il termine femminicidio.

Ossia: uomini violenti, stronzi, beoni, egoisti che se la prendono con donne impotenti e perennemente vittime.

O in altri termini: il sesso forte che se la prende col sesso debole.

Sì, ha ragione Napolitano. Il sessismo è un virus difficile da eradicare.

Auguri, donne. E scusate se ho scritto in modo così disordinato.

Advertisements

One thought on “Il virus

  1. Pingback: Gaberricci vs Bleachedgirl – Femminicidio, il perché di una parola – Perché no | i discutibili

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s