Il Giornaliere

Il Giornaliere era l’invenzione di cui i Go-gli-n, un popolo che poteva vantarsi, come tutti gli altri dell’universo, di essere venuto fuori grazie a qualcuno o qualcosa che conosceva il codice binario (avevano due braccia, due gambe, due occhi, eccetera, tranne che per le strutture di mezzo), andavano più fieri. Ed anche, senza dubbio, la più utile.

I Go-gli-n, infatti, avevano la singolare caratteristica di voler sapere sempre, tutti i giorni, almeno tre volte al giorno, ciò che accadeva in ogni luogo dell’Universo: per questo erano stati inventati i Trentottoli: ossia, come dice il nome, ologrammi che comparivano ogni trentotto paret (su Go-gl ogni giorno è composto di centoquattordici paret, ciascuna divisa in quarantadue oikto) dove uno meno se lo aspettava e prendevano a raccontare. A raccontare cosa, chiederete voi. Oh, un po’ di tutto: che una nuova stella era nata nella costellazione del Piosegan, tanto che a breve esso avrebbe finito per assomigliare piuttosto ad un Caiok, o che il rispettabile signor Mauk aveva infilzato l’altrettanto rispettabile signora Mauk sul suo spiedino da brodo lasciandola in una pozza di sangue verdastro, o che per andare dal pianeta Go-gl ad Alpha Centauri ci sarebbero voluti quindici oikto invece che gli usuali otto, perché un Poilon aveva rotto la propulsione d’improbabilità infinita proprio sulla astrostrada.

Nessun Go-gli-n si sarebbe mai sognato di guardare il cielo; pochi di loro conoscevano il signore e la signora Mauk; meno ancora avevano bisogno di raggiungere Alpha Centauri in meno di quindici oikto. Pure, riverivano gli esseri incorporei appena comparivano, e li salutavano con grande devozione. Erano talmente abituati alla loro presenza (che tra l’altro li aiutava a scandire il tempo) che finirono per inventarne anche esemplari portatili, che, con loro, attraversarono le solitudini del cosmo, per raggiungere ogni pianeta che i Go-gli-n raggiunsero nel corso delle loro esplorazioni stellari (o conquiste, come le chiamano taluni storici): il che equivale a dire che i Trentottoli finirono per essere presenti in ogni angolo del globo giacché, come dice la saggezza popolare, “se ti dovessi ritrovare in un buco nero, grida: sicuramente un Go-gli-n ti risponderà”.

Purtroppo, man mano che la loro presenza si spandeva sull’Universo, aumentava in modo esponenzialmente proporzionale il numero delle notizie che dovevano essere vagliate e quindi comunicate alle masse. Il compito, di per se, non era molto difficile; d’altronde, era gravoso e più che altro tedioso quanto poco altro in tutto il vasto cielo. Così, basandosi sulla saggezza di alcuni antichi testi, i Go-gli-n riuscirono a costruire un enorme supercomputer, che aveva il compito di intercettare tutte le comunicazioni che lo raggiungevano attraverso l’infinità, e di elaborarle, studiarle, sceglierle, per poi inviarle a tutti i Trentottoli fissi e portatili che erano registrati in un suo certo database molto ben riposto. Questo computer era il Giornaliere.

Quello che segue è il log di una decisione che il Giornaliere prese una calda sera di Yuktot:

In esecuzione: lettura ultima pagina

… e per il capitano Kirk non c’è stato niente da fare /prossima notizia.

(precedenti informazioni sullo stesso argomento qui presenti da undici milleni, due secoli, otto decenni, tre anni [MAGGIOR PRECISIONE]. Nessuna mai andata oltre la penultima pagina) Continua la lotta intestina al pianeta Yokoi tra gli esseri vagamente umanoidi noti come Pyon e gli esseri vagamente umanoidi noti come Pyan, originata dalla millenaria questione su dove vada l’accento nel nome del loro Dio, Poinertasfuinertesmanitesa. Ai morti dei millenni scorsi, si sono aggiunti oggi due Go-gli-n, finiti nel fuoco incrociato…

/bip. Arresta lettura. Sposta notizia in prima pagina e tienila lì per i prossimi tre secoli.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s