Perché ritengo di non dover chiedere scusa ad Oriana Fallaci…

… come, invece, mi chiedono Libero e, in modo più sottile, il Giornale.

Le prime pagine di Libero e del Giornale di oggi. Credit il Post e Rainews.

26_08_2014 L Le prime pagine di Libero e del Giornale di oggi. Credit il Post e Rainews.

Lasciamo stare l’ennesima dimostrazione di ex falso quodlibet offertaci dai due fogli di centrodestra (“l’Italia ha leggi troppo permissive sull’immigrazione” è evidentemente un assunto falso: per questa ragione, da esso si può ricavare qualunque cosa. L’Italia ha leggi troppo permissive sull’immigrazione, quindi io sono il Papa), lasciamo stare che il terrorismo islamico è un pericolo talmente insidioso che dopo gli attentati delle Torri Gemelle, di Londra e Madrid ce lo siamo dimenticato fino ad un mese fa (benché avesse iniziato a combattere ed uccidere ben prima), quando lo abbiamo recuperato solo per offrirne un’improbabile visione come “alleato di Hamas”, lasciamo stare che dall’Italia sono partite appena 50 persone per andare a combattere nelle file dell’ISIS, lasciamo stare che quelli che arrivano sulle nostre coste non sono una forza di occupazione, come invece noi siamo per loro da almeno due secoli, ma poveri disperati che, semmai, dal terrorismo islamico stanno fuggendo.

Facciamo piuttosto un ripasso di storia, ad uso e consumo soprattutto dei più giovani. Quelli che magari non sanno che poco dopo l’11 settembre 2001 (il 29 settembre, per la precisione), comparve, sul “Corriere della sera”, un infuocato articolo, scritto in uno stile che si addiceva maggiormente al D’Annunzio delle “radiose giornate di maggio” (sì, quelle che portarono al macello almeno un milione di italiani nella Prima Guerra Mondiale), che alla giornalista dalla gloriosa storia che l’aveva firmato: Oriana Fallaci. Alcuni mesi dopo, una versione (molto) estesa di quell’articolo usciva in libreria, sotto il titolo de “La rabbia e l’orgoglio”. Anticipando firme eccelse quali quelle di Magdi “Non siete abbastanza cristiani per me” Allam, la Fallaci chiede all’Occidente di uscire da quello stato di lassismo e decadenza in cui si trova, per lanciare un grandioso attacco contro l’Islam, il “nemico alle porte”, che preme alle nostre frontiere deciso ad imporci i suoi usi, i suoi costumi, gli odiosi burqa per le donne e gli scomodi caffettani per gli uomini, quando noi, da loro, si vorrebbe giusto tutto quel petrolio di cui i loro territori sono tanto ricchi. Se volete chiamare questo “colonialismo” o anche “ur-fascismo“, la responsabilità è vostra, io non l’ho detto. Può non essere del tutto ozioso ricordare che il libro fu un clamoroso best seller; unite questo al devastante analfabetismo funzionale di cui soffre l’Italia, ed avrete un quadro desolante.

Inutile dire che, come sottolineano i quotidiani diretti da Maurizio Belpietro e Vittorio Feltri, i suoi consigli non vengono accolti da nessuna potenza occidentale. Tanto è vero che appena OTTO giorni dopo quel primo articolo della Fallaci, parte la guerra in Afghanistan; cui farà seguito, due anni dopo, quella in Iraq, avversata solo da alcuni stati europei, che non mancarono comunque di essere ricoperti di sdegno. Ehm, mi sa che mi sono perso qualcosa.

Quello che la Fallaci voleva fosse fatto, cari Berlpietro e Feltri, in effetti È STATO FATTO. A cosa ha portato? Ad almeno 5000 morti tra le forze “occidentali”, ad un numero imprecisato (ma sicuramente nell’ambito delle decine di migliaia) di morti tra i civili e, oggi, all’ISIS.

Sicuri che siamo noi a dover chiedere scusa alla Fallaci, e non viceversa?

Appendice semiseria

No, ma che poi. Vi preoccupa l’invasione degli integralisti islamici? E perché mai? Diavolo, avete tra le vostre fila opinionisti della grana di Camillo Langone: andrete d’accordo su tutto!

Advertisements

5 thoughts on “Perché ritengo di non dover chiedere scusa ad Oriana Fallaci…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s