Vertigine della classifica, Settembre

[La vittoria di Corbyn alle elezioni del 2020] porterà alla prospettiva molto concreta di un ammutinamento.

-Frase del mese. Viene dalla bocca di un anonimo generale inglese, di quelli evidentemente cresciuti nel mito dei cosacchi che abbeverano i cavalli nelle acquasantiere di San Pietro.

(Be’, però se dopo tutti questi mesi ancora siete lì a chiedervi cosa sia Vertigine della classifica siete anche un po’ voi, eh!)

10. Renzi dichiara la cultura un servizio fondamentale. Nel modo sbagliato, purtroppo (sull’argomento, ha scritto un post molto interessante il mio amico un po’ di mondo).

9. Gran brutto mese per le aziende produttrici di automobili: e non solo per quelle tedesche. La FIAT, di fatti, è stata costretta a ritirare dal mercato oltre 7000 autovetture. Perché, seduti tranquillamente in casa propria, ci si poteva giocare all’autoscontro. Mentre c’erano altre persone sedute dentro.

8. Pessimo momento anche per la Apple: che non solo è stata vittima della prima violazione dell’App Store della sua storia, ma con l’Apple Pencil si è anche giocata anche la sua fanbase più accanita.

7. Negli Stati Uniti, un giudice federale dichiara illegittimo il copyright su Tanti auguri a te. La notizia è ovviamente che qualcuno riteneva fosse legittimo che ci fosse.

6. La globalizzazione raggiunge nuovi livelli: adesso, anche le diocesi delocalizzano.

5. Osservando la diversa mole di reazioni sdegnate, questo mese abbiamo scoperto che, nel futuro distopico in cui a decidere della vita e della morte dei cittadini saranno i tribunali popolari insediati su Facebook, sarà considerato più grave qualche coro da stadio, oppure dire sciocchezze a Miss Italia, piuttosto che dichiarare pubblicamente di voler ardere viva una persona.

4. Piccola psicopatologia portatile, episodio 1: se qualche giudice, negli Stati Uniti, condannerà davvero quel ragazzo della North Carolina che è stato denunciato per aver fotografato nudo se stesso, sì, questo basterà a qualificarlo come più perverso del ragazzo in questione.

3. Piccola psicopatologia portatile, episodio 2: no, in certi casi non si può decidere, sulla base dell’attuale letteratura scientifica, se stia messo peggio chi fa la domanda o chi pensa bene di rispondere.

2. Putin decide di mettere al bando in Russia i detersivi occidentali. E, come ogni volta che si parla dell’ex agente del KGB, ogni commento è superfluo.

1. Evviva, viviamo nell’epoca del politicamente corretto: cos’era questa storia, che di tutti i neri uccisi dalla polizia statunitense negli ultimi anni, nemmeno uno fosse disabile?

Fuori concorso, ovvero: notizia che tanto senza dubbio avete sentito: la lunga marcia dei migranti, per andare dall’Ungheria all’Austria.

Libro più bello letto questo mese: Richard Feynman; Sta scherzando, Mr Feynman!

Disco più bello ascoltato questo mese: Elio e le storie tese, Italyan, Rum Casusu Çikti

Questo mese, a cent’anni, è morto Pietro Ingrao.

Dieci anni fa, a diciotto, moriva Federico Aldovrandi.

Advertisements

One thought on “Vertigine della classifica, Settembre

  1. Oddio… non è possibile! Sono finito nella “Vertigine della Classifica” di Settembre e pure contro il nostro presidente del Consiglio! Wow! Che onore! Scusatemi ma da adesso mi monto la testa!!!!!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s