Del peggio del nostro peggio – Luglio

(Dato che la qualità lo fi – termine inventato dai critici musicali per dire “registrato di merda” – dell’audio di questa rubrica è uno degli elementi del suo successo, questo mese le cose sono un po’ peggio. Che solo io potevo beccarmi un raffreddore ad agosto… il giorno prima di pubblicare Del peggio del nostro peggio. L’aborto L’audio lo trovate qui. Buon ascolto, depravati!)

A Torino, viene negata l’adozione ad una donna perché malata di tumore. La nuova strategia sulle adozioni degli anti-gender desta sconcerto.

Il fratello di Angelino Alfano viene assunto come dirigente delle Poste grazie ad una laurea triennale ed ad un profilo Linkedin. Non capisco dove sia lo scandalo: il fratello è diventato ministro. Senza Linkedin.

Berlusconi investe Parisi. Penso di aver letto migliaia di battute sull’argomento e nessuno che abbia sottolineato che se Berlusconi avesse investito Parisi in quel senso, sarebbe stato meglio. Per Parisi.

Muore Bernardo Provenzano. Quindi, avete presente tutte quelle storie sulle perturbazioni di luglio? Ecco, sono balle. In realtà tutto quel vento che avete sentito era metà Italia che tirava un sospiro di sollievo.

Papa Francesco alle suore di clausura: “Usate Internet ma con prudenza”. Il papa ha ragione: Internet è pericoloso, e lui ne sa qualcosa. L’ultima volta, prima di riuscire a rimuovere quel virus, aveva quasi autorizzato la poligamia.

Disastro ferroviario in Puglia: 23 morti e 52 feriti. Libero: “Colpa degli archeologi”. Effettivamente, se non avessero rinvenuto quella ferrovia risalente al Medioevo…

Raffaele Cantone, il presidente dell’Autorità anticorruzione, invece, ha dato la colpa appunto alla corruzione. Nel tempo, Cantone ha dato la colpa alla corruzione per un sacco di cose. Con tre o quattrocento anni a disposizione, forse arriverà anche alla TAV.

E a proposito della TAV: da un’intercettazione, emerge che la mafia potrebbe aver sfruttato mediaticamente il movimento favorevole all’Alta velocità in val di Susa. Ci si potrebbe chiedere cosa fa la procura di Torino: sta aspettando che la mafia faccia un passo falso. Tipo danneggiare un compressore.

Mario Placanica, il carabiniere riconosciuto responsabile di aver sparato il colpo di pistola che uccise Carlo Giuliani a Genova, quindici anni fa, in un post su Facebook ha scritto di volersi “armare” contro coloro che lo insultano. Non so perché, ma credo che non volesse dire che vuole comprare un estintore.

Stefano Ricucci arrestato per emissione di fatture false: avrebbe fatto finta di acquistare beni per ottenere liquidità. Gli inquirenti insospettiti dal contratto d’acquisto della fontana di Trevi (cit.).

Riceve una marea di like su Facebook una frase razzista attribuita a Giobbe Covatta. La frase in seguito è stata smentita e poi è sparita dalla Rete (vicenda ricostruita qui). Ormai le cazzate vengono sparate, condivise, rimosse da Facebook con una velocità tale che ad un certo punto qualcuno metterà like ad un contenuto che è già stato rimosso e… ehi, credo di aver appena capito come finirà l’universo!

Il Giornale titola: una favela nel centro di Milano. Sapete perché escono questi titoli? No, non tirate sempre fuori i problemi gastroenterologici, eh su! Uno vi fa odorare la cacca una volta, e subito a fare così!

Escono perché la gente ormai ha perso il contatto con quello che le parole significano. Vi riassumo cos’è una favela: degrado, ignoranza, squallore. La redazione del Giornale ma con più brasiliani, insomma.

Ed in effetti il Giornale ha sede in via Negri a Milano. Forse Sallusti e compagnia facevano autocritica.

Un allevatore lancia del letame contro Enrico Rossi, presidente della regione Toscana. Alcuni hanno anche provato a giustificare il gesto, ma la riprovazione è stata quasi generale. La lobby del letame è molto forte.

La Cassazione riconosce che la cronaca ha una scadenza. Oh, ora capisco certi titoli dei giornali su Craxi!

Di Battista ignora Malagò dicendogli: “Sono al telefono con una persona molto più importante di lei”. Chissà chi era. Io no. Resta solo da indagare sulle sessanta milioni di persone più importanti di Malagò (ho trovato dei link per questa notizia, ma solo di siti che non voglio pubblicizzare. E più sopra ho linkato il Giornale, fate voi).

Vittorio Feltri: punire i clienti delle prostitute fa perdere le elezioni. Dipende dalle punizioni.

Elezioni americane: Trump viene accusato di aver stuprato una tredicenne. Ma probabilmente si tratta di una bufala. Inventata dal suo ufficio stampa per accalappiare i voti dell’Arkansas.

Alla convention repubblicana ci sono state delle tensioni e la polizia ha eseguito 5 arresti. Oh, no, ora il governo Trump è a rischio! (in realtà sono stati arrestati dei contestatori, ma ha prevalso il diritto alla battuta)

Al Baldasaro, consigliere di Trump, ha dichiarato: “Hillary Clinton dovrebbe essere portata davanti a un plotone di esecuzione e fucilata”. Molti hanno protestato: si sa, gli americani sono sensibili su queste cose. Baldasaro ha quindi corretto il tiro: “Ad Hillary Clinton dovrebbe essere permesso di confessarsi con un sacerdote. Poi andrebbe portata davanti al plotone d’esecuzione e fucilata”.

È uscito Pokemon Go. Se non lo sapeve, rivolgetevi al vostro otorino di fiducia.

O al vostro becchino. Potrebbe avervi sepolto troppo in basso, dove non arriva la connessione per giocarci.

Di questa app si è parlato talmente tanto che ad un certo punto mi è sembrato di aver capito che Pikachu stava per riconquistare la Siria dall’ISIS.

Avrebbe più probabilità di Erdogan, comunque.

Erdogan che, questo mese, ha risposto con il consueto savoir faire ad un tentato colpo di stato militare nel suo paese. Tutto pare si risolverà con un paio di bacchettate sulle mani dei responsabili. Dopo aver staccato le mani dal resto del corpo.

I paesi occidentali, comunque, hanno confermato il loro appoggio al presidente turco. Bisogna capirli: la Turchia è un elemento importante, sullo scacchiere politico internazionale. Chi di noi non si è mai alleato con uno stronzo per vincere a Risiko, su.

E, poi, cosa dovrebbero fare, gli stati occidentali? Queste sono le forze in campo sul confine turco-siriano: da una parte un gruppo dittatoriale, militaristico, violento, paranazista, che calpesta i diritti umani, con radici ben salde nell’islamismo più integralista e nazionalistico… e dall’altro l’ISIS.

Le cose in Turchia vanno talmente male che il fatto che abbiano sospeso la Convenzione europea dei diritti dell’uomo dovrebbe essere una buona notizia.

Salvini, frattanto, ha offerto asilo politico ai turchi che fuggono da Erdogan. Ma non abbiamo già abbastanza golpisti in Italia?

Vi ricordate la storia del “vogliamo solo gli immigrati migliori”? Ecco.

In Inghilterra, viene pubblicato il rapporto Chilcot sull’invasione dell’Iraq. È talmente sconvolgente che, se fosse stato pubblicato in Italia, ci sarebbero degli omissis anche nei fogli bianchi.

Nigel Farage annuncia di volersi ritirare a vita privata. Dopo la Brexit, in effetti, sembra che l’unico rimasto al suo posto sia Corbyn, che il referendum l’ha perso. Sale improvvisamente l’interesse del PD per il politico inglese.

Questo mese ci sono stati talmente tanti attentati in Europa che, se non vi fossero stati coinvolti degli italiani, quello di Dacca per i telegiornali sarebbe stato un incidente stradale.

L’uomo che ha guidato un camion contro la folla a Nizza, i due attentati in Germania, il sacerdote sgozzato a Rouen e… e basta, che altrimenti quando i leghisti cercano di connettersi a YouPorn vengono reindirizzati su questo sito.

Ehi, questo mette in tutta un’altra luce quell’articolo di Libero che diceva che il killer di Nizza fosse “omosessuale praticante”!

Il presidente filippino: uccidete i tossicodipendenti con le vostre mani. Prima che se la finiscano tutta.

Viene annullato il ballottaggio in Austria: la Corte Costituzionale da ragione a Norbert Hofer, candidato dell’estrema destra che aveva presentato ricorso contro la vittoria di Alexander van der Bellen. Avete notato che è un po’ di tempo che le destre fanno così? Perdono le elezioni e parlano di brogli, chiedono il riconteggio delle schede, danno fuoco al parlamento…

Scusa eh, Hofer, ma a questo punto potevi dire che la vittoria di van der Bellen era tutto merito di Moggi. Con l’Inter ha funzionato.

Ed a proposito della squadra meneghina, è stata acquistata da un imprenditore cinese. Quest’anno il calciomercato dell’Inter consisterà in questo: invitano un campione in sede, lo fanno andare nel retro, lo fanno cadere in una botola, lo drogano e, quando si sveglia, ha già la maglia nerazzurra tatuata addosso. Ed un rene di meno. Questo, almeno, è quello che ha pensato Massimo Ferrero*.

Comunque, credo che Ozil senza un rene giocherebbe meglio di Medel.

I tifosi però sono contenti, visto che è andato via Thoir. Secondo me sono ingenerosi. È vero: Thoir continuava a costruire squadre con giocatori scarsi. Ma forse aveva ragione lui. Lo so che sembra assurdo, ma col Portogallo ha funzionato.

*questa è, probabilmente, la battuta che mi piace di più tra quelle che ho scritto questo mese. Tuttavia, forse non tutti sanno che… e che inoltre… e scusate, lo so che è patetico mettere le note alle battute.

P.S.: per alcune notizie, ho ritenuto superfluo aggiungere un link.

Advertisements

7 thoughts on “Del peggio del nostro peggio – Luglio

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s