Del peggio del nostro peggio – Agosto 2017

007

Ed anche questo mese, benvenuti a Del peggio del nostro peggio, la rubrica che era nella mente di H.R. Giger (autore dell’opera qui su riprodotta) e spingeva per uscire (cit.).

Benvenuti a Del peggio del nostro peggio, la rubrica inventata dalla chiesa cattolica per sostituire l’inferno. Io sono Gaber Ricci e, se mi seguite da un po’, saprete di sicuro che piuttosto che arrivare alla fine di questo articolo è meglio essere masticati per l’eternità da una delle mie tre bocche.

Benvenuti a Del peggio del nostro peggio, la rubrica per cui da tempo cerco un paragone definitivo che spieghi quanto sia dolorosa per chi la legge. Vediamo… benvenuti a Del peggio del nostro peggio, la rubrica che, se fosse pubblicata su un giornale, sarebbe un editoriale di Marco Travaglio. Oh, ce l’abbiamo fatta!

A leggerlo così, quell’articolo, pare proprio che Travaglio stia sfruttando il tema caldo del momento per ottenere visibilità. Cosa che gli tornerebbe utile, che da quando ha chiuso Servizio Pubblico Travaglio è talmente insignificante che Cicciogamer89 sposta più voti di lui.

Ehi, dev’essere per questo che i Cinque Stelle vogliono abbassare l’età del voto a sedici anni!

Ma secondo me la verità è un’altra: bisogni corporali. L’altro giorno sono entrato nei cessi del Fatto Quotidiano ed ho trovato Travaglio che si masturbava guardando un video di Berlusconi che sbarca da un gommone a Lampedusa.

Certo è stato meno traumatico di quando l’ho trovato lì con la foto di Montanelli.

Quello che è certo, comunque, è che in questo agosto si è parlato tanto di immigrazione. Talmente tanto che ad un certo punto pareva addirittura che questa non fosse l’estate più calda degli ultimi centocinquant’anni.

Faccio un esempio: quello degli insulti contro un migrante epilettico, a Palermo. Ciò che mi chiedo è: cosa è successo a questo paese? Insultiamo un epilettico perché immigrato? Cazzo, una volta l’avremmo insultato perché era epilettico! Fottuto buonismo!

A questo proposito, la Cassazione ha vietato l’espulsione per gli irregolari disabili. Appena l’ha saputo, Salvini ha proposto di espellere dall’Italia tutti i disabili.

E, no, non farò una battuta sul possibile azzeramento del suo consenso elettorale. Non voglio dare una scusante ai leghisti.

In Lombardia, intanto, si pensa ad una legge per vietare di affittare agli stranieri. Che mi sembra un provvedimento esagerato, per impedire l’apertura di nuove basi militari agli americani (scusate, ma non ho trovato altre fonti che abbiano trattato questa notizia).

A Roma, invece, è andato in scena, a piazza Indipendenza, lo sgombero, prima di un palazzo occupato dai migranti, e quindi degli stessi migranti rimasti a dormire in strada. Ci sono state molte polemiche riguardo i metodi utilizzati dalla polizia; non voglio entrare nel merito, dico solo: sono stati usati degli idranti. Se la stessa quantità d’acqua fosse stata usata per quello, l’emergenza incendi neanche ci sarebbe stata (credit: mio fratello, che ne ha prodotta una versione molto simile).

Tra le molte immagini di violenza urbana, come uomini e donne con le mani alzate che attendono di ricevere le manganellate senza neanche mettersi in fila come persone civili….

…spicca anche quella del poliziotto che fa una carezza a Genet, migrante di quarant’anni:

3600fd3d6b052b74463b60384574fbd6-kbmg-u11004156056935jce-1024x57640lastampa-it

Foto di Angelo Cerconi, ANSA

Se vi state chiedendo perché lei non risponde al gesto d’affetto, non pensate subito al razzismo al rovescio. Forse la donna aveva le braccia spezzate.

A Vicofaro, in provincia di Pistoia, Forza Nuova si è recata ad una messa officiata da don Massimo Biancalani, colpevole di aver portato alcuni migranti in piscina la scorsa settimana. C’è da capirli, questi fascisti: i sacerdoti lavorano per un palestinese che cammina sulle acque. Un immigrato di cui il Mediterraneo non può occuparsi. Un incubo.

Non sono mancate le polemiche neppure a proposito del “codice Minniti”, che fissa alcune regole per le organizzazioni umanitarie che soccorrono i migranti in mare. Sapete che vi dico? Quando dice che questo codice è stato approvato per impedire che le ONG ed i trafficanti di esseri umani collaborino, io gli credo, a Minniti. Anzi, da quando ho sentito dei volontari dei vigili del fuoco che appiccavano volontariamente gli incendi, aspetto che proponga un codice di comportamento pure per loro.

Il dibattito, ovviamente, si è inasprito dopo l’attentato di Barcellona. Perché è chiaro che l’immigrazione ed il terrorismo siano collegati. Almeno, lo è per le stesse persone per cui Berlusconi e la Mediaset non lo erano.

L’attentato è stato rivendicato dall’ISIS; anzi, a leggere i giornali italiani pare sia stato ordinato dal comandante in capo dell’organizzazione terroristica in persona: Laura Boldrini.

La Boldrini, per altro, giusto un paio di giorni prima dell’attentato, aveva deciso di iniziare a denunciare i commentatori che la insultano on line. Dura la reazione del popolo della rete: “Quella lurida puttana rincoglionita sta esagerando, va violentata in tutti i buchi!”.

Tornando agli attentati di Barcellona: avete letto i profili degli attentatori? Sembrano proprio dei terroristi esperti. Dei professionisti della violenza religiosa. Se continuiamo con questo trend, il prossimo attentato non sarà un’automobile sulla folla: sarà una bicicletta sulla folla.

Era giovanissimo anche l’attentatore che, il giorno dopo l’attentato di Barcellona, ha ucciso due persone con un coltello a Turku. Conoscete Turku? La città della Finlandia che dopo il diciotto agosto si chiamerà “Dovevate aprire più discoteche”?

Matteo Renzi pubblica un video su Twitter, in cui si domanda: “Ma qual è il momento preciso in cui sei passato senza accorgertene dal sentirti dire ‘Babbo, babbo si fa la pista sulla spiaggia che voglio giocare a biglie’ al ‘Babbo, babbo, mi fai da ponte con il router che non c’è il wi-fi’?”. Il momento in cui tuo figlio ha scoperto il porno, Matteo.

Scatta l’alleanza tra Pisapia ed Alfano. Oh no, ma così Alfano rischia di superare la soglia del 5%!

In Sierra Leone, a causa di una tremenda frana, sono morte oltre trecento persone, e tra di loro decine di bambini. Piccati i giornalisti italiani: “Possibile che neanche uno avesse una malattia da deplezione mitocondriale?”.

In Friuli, scoperta una truffa alimentare: alcuni produttori avrebbero sottratto un timbro per certificazioni DOP e prodotto falsi prosciutti di marca San Daniele. I prosciutti sarebbero talmente contraffatti da contenere addirittura alcune tracce di carne di maiale.

Morto l’ex arcivescovo di Milano Dionigi Tettamanzi. Finita la carriera della Littizzetto.

Gue Pequeno, dei Club Dogo, si masturba su Instagram. Pacata la reazione dei genitori italiani: “Oh be’, finché non canta…”.

Ed infine, fantasy: la sinistra italiana…

Fantasy: un possibile seguito della saga del Trono di Spade è stato prodotto da un computer. Chissà se è lo stesso che ha scritto tutti i libri precedenti.

Advertisements

4 thoughts on “Del peggio del nostro peggio – Agosto 2017

  1. Certe cose avrei voluto non saperle…davvero a Palermo è stato insultato un migrante epilettico?!
    Sono contenta di aver trascorso le mie vacanze senza Wi-Fi, senza giornali, senza social.
    Leggerti è stato bello e interessante, ma mi ha fatto rientrare di colpo in una realtà (di merda) che in questi giorni non mi era mancata per nulla.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s