Del peggio del nostro peggio – Settembre

(Prendete del gesso che graffia sulla lavagna, aggiungete il verso di un gatto in calore, mescolate, corregete con una buona dose di urla di maiale condotto al macello, salate il tutto con un senso dell’umorismo completamente disfunzionale, e non avrete che una pallida imitazione di ciò di cui potrete nutrirvi qui, con l’aggiornamento audio mensile della rubrica di satira meno seguita in Italia – quantità non significa qualità, però -. Roba per palati raffinatamente perversi.

Qui sotto, invece, la trascrizione dell’intero testo. Featuring Tomas de Torquemada – non è vero, ma per voi sarebbe stato meglio -).

Continue reading

Del peggio del nostro peggio – Giugno

Questo mese, con una sorpresa (che trovate in fondo al post). E se mentre leggete/ascoltate (a questo link, nel caso propendeste per la seconda ipotesi) doveste essere presi da un inspiegabile desiderio di porre fine alle sofferenze cui dovete sottostare in questa valle di lacrime (non ultime, ovviamente, le mie battute) saltando fuori dalla finestra (assicuratevi, nel caso, di essere almeno ad un’altezza di due metri dal suolo, altrimenti è molto probabile che il vostro piano non vada a buon fine), ricordate che io vi avevo avvertito. E che, dunque, non sono né penalmente né civilmente responsabile. No, lo dico nel caso i vostri eredi volessero intentarmi causa.

Continue reading

Del peggio del nostro peggio – Aprile

(Aprile è stato davvero un mese difficile. Talmente tanto, che mi ha fatto pure passare la voglia di scrivere introduzioni che sono più lunghe dell’articolo medesimo, il che è contrario alle consuetudini -cit.-, come invece avevo fatto negli episodi precedenti. Eppure lo sapete, che è una delle mie cose preferite.

Perciò, eccovi subito l’audio del monologo di questo mese, come sempre in lo-fi. Sotto il Continua a leggere, trovate anche la trascrizione. Integrale, parola per parola. Che lo so, che per voi non è stato un mese difficile, aprile: e per questo dovete pagare.

Buona lettura e/o buon ascolto. E sì, lo so che potrebbero essere buone, al più, se siete ciechi o sordi. O, meglio, ciechi e sordi).

Continue reading

Del peggio del nostro peggio – Marzo

(Nuovo giro, nuovo esperimento: questo mese, niente YouTube, che riguardando le immagini del “video” del mese scorso ho rischiato un nuovo svenimento e poi avrei ritardato pure questo mese Del peggio del nostro peggio e mi sarei trovato la gente sotto casa con i forconi. Per non averlo ritardato di più.

Ad ogni modo, questo ovviamente NON significa che io sia riuscito a comprendere come fare ad inserire nei miei post quel simpatico lettore che vi permetterebbe di ascoltare la mia fastidiosa voce ricapitolare alcune delle cose più drammatiche accadute questo mese – che, per questo, vi parrebbe ancora più insopportabile -. Dice: quindi questo mese la tua voce ce la siamo scampata? Ovvio che no: WordPress -forse per pietà nei vostri confronti – non collabora, ma potete comunque trovare qui il monologo, ora col 100% di effetti in meno. E non dite che non vi si vuole bene!

Lo so cosa vi state chiedendo: ma, quindi, ci siamo scampati almeno il lenzuolo scritto? Ma certo che no: sotto il Continua a leggere, trovate la trascrizione completa! Così, potete ascoltare E contemporaneamente leggere! Che va bene la tortura, ma almeno farvi scegliere come soffrire mi sembra corretto.

Buona lettura e/o buon ascolto).

Continue reading

Del peggio del nostro peggio – Febbraio

E non si dica che l’animatore di queste pagine non tiene conto dei feedback (ben due! Con una maggioranza schiacciante!) dei propri lettori. Ecco, quindi, che per (o da?) questo mese si torna nuovamente alla tradizione: forma scritta, notizie una dietro l’altra, risate assicurate. Alle mie spalle e non per le mie battute, ma questo è un altro discorso.

Per tutto/i quello/i che, invece, mi hanno candidamente confessato, arrossendo, di aver preferito la versione multimediale, in settimana la caricherò sul mio canale YouTube (non ho trovato per ora alternative migliori…). State connessi!

Ah, approfitto di quest’introduzione per scusarmi del ritardo: il monologo era pronto alle sette, ma poi ho avuto un piccolo imprevisto di cui dico sotto. Frattanto, per voi perv… ehm, lettori appassionati, i fatti più ghiotti di questo mese. Abbuffatevi! (cit.)

Continue reading

Vertigine della classifica, Novembre

Tante amebe che si automoltiplicano e si diffondono sul territorio: ecco il M5S che salverà l’Italia

– Frase del mese. La senatrice a 5 Stelle Enza Blundo dimostra che il segreto del successo del Movimento è la capacità di saper creare immagini suggestive ed intriganti.

Continue reading