Un pomeriggio al club – Episodio 2 di 3

(trovate qui il primo episodio. Le cose mi hanno un po’ preso la mano e, quindi, in luogo dei previsti due episodi, ne avremo tre. Sono molto felice che stiate tributando a questo racconto l’accoglienza che speravo: una totale indifferenza. Sì, amme, ce l’ho con te, che hai detto che avresti volentieri letto un mio racconto!)

Baker fissò Horner con sguardo stupefatto, quindi, balbettando, riuscì a proferire: “Horner, ma… un diamante… sì, è un diamante, vero?… voi portate un diamante del genere in un club… siamo tutti gentiluomini, ma…”.

Continue reading

E così vorresti fare lo scrittore?

“E così vorresti fare lo scrittore? Se non sei capace di scrivere dell’undici settembre… benvenuto nel club”.

Vivesse e pubblicasse oggi, ne sono sicuro, Charles Bukowski la metterebbe semplicemente così (e ci farebbe più bella figura che con quella sua poesia, più famosa di quanto meriti ed indegna di figurare accanto a ben altre opere dello scrittore americano).

Continue reading

Del peggio del nostro peggio – Agosto

(Un mese piuttosto deludente, vi dirò. Fortuna che poi… ma niente, ne leggerete sotto a proposito di certi colpi di sfortuna. La mia voce da chansonnier francese appena sopravvissuto ad un complicato intervento di tonsillectomia la trovate qui. I rifiuti solidi urbani i rifiuti pericolosi li trovate sotto il Continue reading. In caso di necessità, sapete già dove sono le buste di carta).

Continue reading